Archivio categoria: Killing me softly

Killing me softly

Che cosa possiamo attenderci da un regista cinese che gira un film a Londra con denaro americano, cosa che abbiamo già visto fare anche al neozelandese Lee Tamahori e a molti altri? Forse semplicemente l’assimilazione dei codici hollywoodiani più convenzionali. Ma a Tamahori, tutto sommato, era andata meglio. Kaige da parte sua invece sceglie una storia sbagliata, […]