Singing in Graveyeards un film di

Pepe, imitatore sessantottenne di una leggenda del rock filippino, vive solo ai confini fra realtà, immaginazione e misticismo. Un giorno gli viene finalmente data l’opportunità di aprire un concerto del suo idolo, ma dovrà fare qualcosa che nessuno dei due ha mai fatto prima – scrivere una canzone d’amore.

Una riflessione beckettiana sul doppio e la memoria, sulla persistenza del corpo e le pulsioni insurrezionali del rock’n’roll. Fra fantasmi ed erranze, Bradley Liew offre un ritratto dolceamaro delle Filippine e delle sue contraddizioni. Interpretato da Pepe Smith, leggenda del rock “pinoy” e dal maestro Lav Diaz.

Bradley Liew, 26 anni, è un filmmaker indipendente malese attivo come regista, direttore della fotografia e produttore in Malesia e nelle Filippine. È un alumno dell’Asian Film Academy, NAFF Fantastic Film School, Berlinale Talents e Locarno Filmmakers Academy. Il suo primo lungometraggio, Singing in Graveyards, ha ricevuto l’appoggio del Visions Sud Est Production Support Fund ed è stato premiato con il Most Promising Project Award al primo Southeast Asian Film Lab. Come produttore, sta lavorando al prossimo progetto di Lav Diaz, When the Waves are Gone.