Archivio categoria: Giancarlo Basili

La sedia della felicità

Carlo Mazzacurati ha sempre avuto la nomea di essere autore melanconico, capace di fare sorridere o ridere ma con una punta di tristezza. Per il suo ultimo film aveva invece deciso di realizzare una commedia vera grazie alla quale, come aveva dichiarato, come spettatore avrebbe voluto solo divertirsi. C’è riuscito, donandoci un bel ritratto del […]

Anni felici

Gli anni felici cui il titolo allude sono i primi anni ’70. Notoriamente non proprio felicissimi ma facilmente mitizzabili se li si rivive attraverso la lente deformante e acritica della memoria personale. Per la precisione si tratta del 1974, anno particolarmente critico per la storia del paese perché segnato da eventi epocali quali il tribolato […]

Romanzo di una strage

12 dicembre 1969, ore 16.37. Una carica di tritolo sventra la sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura in Piazza Fontana, nel cuore della Milano che conta. Un attimo dopo la deflagrazione 14 vite non ci sono più (altre tre si aggiungeranno di lì a poco), 90 persone scoprono di essere ferite in modo gravissimo e un […]

Quando la notte

Claudia Pandolfi e Filippo Timi, protagonisti dell’ultimo film di Cristina Comencini, mettono in scena due personaggi feriti e angosciati, che scrutano vicendevolmente le loro diverse solitudini, insicuri e titubanti ma tuttavia incuriositi e affascinati l’uno dall’altra. Lui è Manfred, una guida turistica che vive in una grande baita immersa nel silenzio delle montagne. E’ stato […]

Notte italiana – Evento Speciale

L’avvocato Otello Morsiani, su consiglio del suo amico d’infanzia Checco, accetta l’incarico dell’assessore padovano Melandri di stimare un patrimonio terriero sul Delta del Po destinato ad essere espropriato per far posto ad un parco naturale. Ben presto Morsiani scoprirà che in quel terreno, dove un tempo si estraeva il metano e dove ora il suolo […]

La nostra vita

Daniele Luchetti guarda agli aspiranti micro-borghesi tendenzialmente qualunquisti delle periferie dormitorio, che sognano il viaggio in Sardegna e fanno shopping selvaggio al centro commerciale, come Pierpaolo Pasolini guardava ai sottoproletari delle borgate romane che vivevano nelle baracche e odiavano il lavoro. Oggi, invece si lavora (o almeno si vorrebbe lavorare), in nero e in una […]