Archivio categoria: Charin Pengpanich

Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti

Se partiamo dal presupposto che il cinema è un’arte prettamente visuale e che l’organizzazione del racconto in senso tradizionale non è un fattore fondamentale per valutare la qualità di un’opera filmica, possiamo porci nei riguardi de Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti (lungometraggio vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2010) […]