Archivio categoria: Leonardo Fasoli

liberi

Liberi

Analizzando il percorso filmografico di Gianluca Maria Tavarelli, possiamo scoprire come tutti i suoi film (Portami via, 1994; Un amore, 1999; Qui non è paradiso, 2000), sembrano proiettare la bidimensionalità del cinema (spazio e tempo) e i personaggi che li abitano, lungo un percorso tortuoso e diseguale. Dapprima uniti, poi inseriti in precise linee rette parallele […]