Archivio categoria: Doriana Leondeff

La sedia della felicità

Carlo Mazzacurati ha sempre avuto la nomea di essere autore melanconico, capace di fare sorridere o ridere ma con una punta di tristezza. Per il suo ultimo film aveva invece deciso di realizzare una commedia vera grazie alla quale, come aveva dichiarato, come spettatore avrebbe voluto solo divertirsi. C’è riuscito, donandoci un bel ritratto del […]

Il comandante e la cicogna

Dopo la parentesi realistica dei melodrammi impegnati di Giorni e nuvole e Cosa voglio di più, con questo suo ultimo cortometraggio il milanese Silvio Soldini torna a battere le strade a lui forse più congeniali della commedia surreale in cui la componente quasi fiabesca viaggia mano nella mano con l’intenzione di incidere sul presente raccontandolo […]

Quando la notte

Claudia Pandolfi e Filippo Timi, protagonisti dell’ultimo film di Cristina Comencini, mettono in scena due personaggi feriti e angosciati, che scrutano vicendevolmente le loro diverse solitudini, insicuri e titubanti ma tuttavia incuriositi e affascinati l’uno dall’altra. Lui è Manfred, una guida turistica che vive in una grande baita immersa nel silenzio delle montagne. E’ stato […]

Cosa voglio di più

Se proprio si dovesse rintracciare un collegamento tra Cosa voglio di più e uno dei film precedenti di Silvio Soldini, sarebbe necessario, più che dirigere il nostro pensiero al più recente Giorni e Nuvole, tornare indietro di venti anni. Stiamo parlando de L’aria serena dell’ovest, opera densa di disagio e sofferenza ambientata in una Milano […]

placido-il_grande_sogno

Il grande sogno

Tra le quattro pellicole italiane in concorso alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia, Il Grande Sogno di Michele Placido racconta le illusioni perdute di quell’irripetibile stagione di contestazioni che il ’68 rappresentò, a partire dall’esperienza dello stesso Placido che, in quegli anni, arrivava a Roma da soldato semplice della Celere per pagarsi gli studi all’Accademia di […]

la_giusta_distanza_-_mazzacurati

La giusta distanza

Intrigante e malinconico, misurato ma carico di sorprendente vitalità e sensualità, La giusta distanza è uno dei film più convincenti di Carlo Mazzacurati, autore che non di rado promette più di quanto sappia mantenere e che stavolta invece regala a pubblico e critica un’opera pienamente riuscita. Una storia sospesa fra noir, ritratto d’ambiente e romanzo di formazione, […]