Archivio categoria: Francesca Comencini

Un giorno speciale

Francesca Comencini, dal suo pretenzioso ma non completamente riuscito debutto con Pianoforte vincitore del Premio “De Sica” per il miglior film d’esordio a Venezia 1985, è la più piccola delle quattro figlie di Luigi. A 23 anni l’opera prima seguita da pochi titoli tutti con pretese seriose. A quattro anni dal discreto Lo spazio bianco […]

comencini-lo_spazio_bianco

Lo spazio bianco

E’ desolante constatare come un certo cinema italiano, nonostante si sforzi, non riesca a liberarsi dai cliché e dalla facile retorica, quegli elementi che intrappolano i film in una dimensione angusta, superficiale, distratta… Francesca Comencini, purtroppo, non si sottrae a questa comoda tentazione e, pur affrontando un tema non facile, anzi profondamente doloroso, resta alla […]

comencini-acasanostra

A casa nostra

In una Milano livida, fredda e piena di fascino – ben fotografata da Luca Bigazzi – si muovono i personaggi di A casa nostra. Storie che si intrecciano, secondo un meccanismo che può ricordare un po’ Magnolia, e che disegnano un quadro lucido dell’Italia di oggi, piena di corrotti e corruttori, di persone che fanno ogni […]

Le parole di mio padre

“… O resterai più semplicemente/ dove un attimo vale un altro/ senza chiederti come mai,/ continuerai a farti scegliere/ o finalmente sceglierai.” Questi bei versi, tratti da una canzone di Fabrizio de Andrè, dipingono perfettamente la situazione esistenziale del protagonista del film di Francesca Comencini, liberamente ispirato a due capitoli de La coscienza di Zeno di Italo Svevo. […]