Archivio categoria: Ferzan Ozpetek

Allacciate le cinture

A tutti può capitare di sbagliare un film. Soprattutto se, come nel caso di Ferzan Özpetek, un autore ha abituato il suo pubblico a continui cambi di genere, toni e registri nonché di vicende raccontate sul grande schermo. Ma c’è modo e modo di sbagliarlo un film e con questa sua undicesima fatica dietro la […]

Magnifica presenza

Giunto al suo nono film e a due anni di distanza dalla sua ultima e convincente prova di Mine vaganti, con questo Magnifica presenza il regista istanbuliota ormai a tutti gli effetti naturalizzato italiano consegna al pubblico e alla critica un’opera densa e ricchissima di temi destinata di certo a far discutere proprio per la […]

Mine vaganti

Le mine vaganti sono pericoli in potenza, ordigni di emozioni che, se esplodessero, potrebbero polverizzare certezze, equilibri, intere vite. Nella famiglia Cantone sembrano disseminate un po’ ovunque, dalla nonna legata ad un passato di mai sopito dolore, passando per la zia che nell’alcool affoga il rimpianto di una libertà negata, fino ad arrivare ai due […]

un-giorno-perfetto-ozpetek

Un giorno perfetto

Col suo ultimo film Ferzan Ozpetek si immerge in un’atmosfera più cupa di quelle a cui ci ha abituato raccontando una storia intensa e drammatica, quella di un padre che non riesce ad accettare la separazione dalla moglie e, sentendosi escluso da una famiglia che cerca a fatica di ritrovare l’equilibrio in una quotidianità non sempre […]

saturno_contro1

Saturno contro

Con Saturno contro Ferzan Ozpetek resta fedele ai temi amati e narrati nei precedenti film, portando avanti una riflessione sui sentimenti, sul senso del dolore e della perdita, sulle difficoltà dell’amore, che sia omosessuale o eterosessuale. La storia è quella di un gruppo di amici, diversi per età e interessi, che si ritrova unito di fronte […]

la finestra di fronte

La finestra di fronte

Ci si può smarrire per un vuoto di memoria ma anche per abitudine, distrazione, stanchezza, disamore. E lo smarrimento esistenziale – la fatica dei figli da crescere, così come l’infelicità di un lavoro precario che mortifica, come la rinuncia alla propria identità o ad un amore possibile – significa spesso sopravvivere, rinunciare alla parte migliore […]