Archivio categoria: Working Title Films

Vittoria e Abdul

Ogni film di Stephen Frears, autore britannico che ha saputo affrontare con bravura temi a dire poco scottanti, merita di essere visto non fosse altro per l’ottima confezione. Purtroppo, nei suoi ultimi lavori si ha l’impressione che prevalga il gusto estetico relegando in secondo piano la scelta di temi di interesse sociale. Sembra quasi si sia […]

L’uomo di neve

Prendere o lasciare. Non accetta le mezze misure L’uomo di neve, prima trasposizione cinematografica di un  best seller del norvegese Jo Nesbo, tratto dal settimo libro della saga che vede come protagonista l’ispettore Harry Hole. Tomas Alfredson, il regista svedese de La talpa, che firma così la sua terza regia per il cinema, dopo una […]

Ave, Cesare!

I fratelli Coen si sono confermati maestri d’atmosfera, suggestioni, rarefazioni (Barton Fink,  A Serious Man), piacevolmente visionari (Fratello, dove sei?), irresistibilmente comici (l’insuperato Il grande Lebowski), e perfettamente a loro agio anche su partiture più cupe (L’uomo che non c’era, Non è un paese per vecchi). Raramente, nell’arco di una filmografia vasta e di alto […]

Trash

Rafael, Gardo e Gabriel sono tre «meninos de rua» che sopravvivono smistando la spazzatura in un’immensa discarica accanto alla favela di Rio de Janiero dove sopravvivono anche grazie all’aiuto di caritatevoli presenze occidentali (nel loro caso un prete occidentale inevitabilmente scomodo e la solita attivista americana che ha scelto di redimere nei bassifondi sudamericani le […]

Anna Karenina

Anche se già percorso in lungo e in largo sin dai tempi del muto (dal 1914, con la prima trasposizione fatta in Russia, fino al 2000, anno dell’ultima sfornata in Inghilterra, si contano già 12 diverse versioni di Anna Karenina tra cinema e TV), l’opera-mondo di Tolstoj sull’amore infelice di una donna schiava delle costrizioni […]

Les Misérables

Con che spirito si può affrontare la trasposizione cinematografica di quello che, a tutt’oggi, resta il musical più visto nella storia del genere? Difficile non esserne intimiditi, anche se – come nel caso dell’inglese Tom Hooper – si è reduci dall’Oscar per un film perfetto nella sua riuscita quale Il discorso del re e si […]