Archivio categoria: The Weinstein Company

The Hateful Eight

Quentin Tarantino ha giurato ai milioni di fan che, una volta arrivato a scrivere e dirigere il decimo dei suoi film, abbandonerà il cinema per dedicarsi alla scrittura di narrativa e ad altre attività più o meno lontane da quanto ha a che vedere con l’universo della celluloide. Anche se solo il futuro prossimo venturo […]

Django Unchained

Siamo nel Sud schiavista e intollerante degli USA a due anni dallo scoppio della guerra civile. Il dottor King Schultz – sedicente dentista tedesco che si aggira per quelle lande malsane a bordo di uno strano carrozzone sovrastato da un dente gigantesco ma che in realtà è uno spietato e implacabile bounty killer – incontra […]

bastardi_senza_gloria

Bastardi senza gloria

Ogni volta che il fenomeno Tarantino viene fuori nel panorama internazionale del cinema con una nuova avventura filmica assistiamo immancabilmente alla parallela emersione di un furore cinefilo che poco ha a che fare con un’attenta analisi dell’opera di un regista non poche volte sopravvalutato. Quentin Tarantino possiede il “fuoco del cinema”, è spinto dalla passione, […]

the_reader-img1

The Reader – A voce alta

Alla luce dell’evoluzione relativa al rapporto tra la produzione cinematografica degli ultimi venticinque anni e la tematica della Shoah, occorre accostarsi a The Reader con estrema attenzione. Come nostro costume, non terremo in alcuna considerazione il fatto che questo film firmato da Stephen Daldry sia tratto da un romanzo (per la precisione da un’opera letteraria di Bernard […]

tropa_de_elite-padilha

Tropa de elite – Gli squadroni della morte

Tropa de elite-Gli squadroni della morte, film del regista brasiliano Josè Padilha, ha vinto sorprendentemente nel febbraio 2008 l’Orso d’oro al Festival di Berlino. Si tratta di un lungometraggio controverso, al centro di enormi polemiche in patria e che ha generato non poche contrapposizioni in campo critico. A livello produttivo è stata un’operazione molto accurata e […]

sicko-michael_moore

Sicko

Non v’è alcun dubbio sul fatto che il cinema di Michael Moore non si possa affrontare criticamente solo concentrandosi sui contenuti. Perché o si è d’accordo con le battaglie del regista americano o si è contro. La nostra posizione è in genere di adesione alle “campagne” sociali dell’autore di Fahrenheit 9/11. Dunque confessata questa sintonia di idee, […]