XV Festival del Cinema Europeo – Lecce (28 aprile/4 maggio 2014)

Lifelong, un film di Asli Özge (Turchia)

Mohammad Bakri, Silvia Baraldini, Claudia Cardinale, Lou Castel, Marco Bellocchio, Brando De Sica, Enrique Irazoqui, Edoardo Leo, Neri Parenti, Gianluca Petrella, Alessandro Piva, Pio e Amedeo, Sydney Sibilia, Salvatore Striano, Danis Tanović, Enrico Vanzina, Carlo Verdone, Pamela Villoresi, sono alcuni degli ospiti della XV edizione del Festival del Cinema Europeo – diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano – che si terrà a Lecce dal 28 aprile al 3 maggio presso il Cinema Multisala Massimo.

Inaugura il Festival l’anteprima nazionale di FOR THOSE WHO CAN TELL NO TALES un emozionante viaggio nella memoria storica e nel dolore della regista di Sarajevo Jasmila Zbanic (Orso d’oro alla Berlinale 2006 per il suo primo film, Grbavica). Kym, una turista australiana, decide di andare a visitare la Bosnia e viene condotta a Višegrad, una piccola città immersa nella storia, al confine tra Bosnia e Serbia, famosa per il ponte sulla Drina. Dopo una notte insonne, Kym viene a conoscenza del massacro di moltissime persone perpetrato nella città dalle milizie serbe nei primi mesi della guerra di Bosnia, nel 1992. Non può più essere una comune turista e la sua vita non sarà più la stessa.

Anche per la chiusura del Festival (sabato 3 maggio) un film in anteprima: ALABAMA MONROE. UNA STORIA D’AMORE del fiammingo Felix Van Groeningen, vincitore del Premio Lux 2013 assegnato dal Parlamento Europeo e il Premio César come miglior film straniero, nelle sale italiane da giovedì 8 maggio, distribuito da Satine Film. Una storia di amore travolgente, esaltata dalla comune passione per la musica, di Elise e Didier, due giovani che la vita pone all’improvviso di fronte al dolore e alla sofferenza. La loro risposta prende però strade diverse: mentre tutto viene messo alla prova, affiorano profonde divergenze sul senso della vita.

A quindici anni dalla nascita, il Festival del Cinema Europeo conferma la sua vocazione nei confronti della promozione del cinema europeo e del cinema del Mediterraneo; la sua attenzione al dialogo interculturale, ai nuovi autori, a nuovi temi e a nuovi linguaggi audiovisivi, ma anche alla storia del cinema italiano. Accoglie ogni anno a Lecce ospiti internazionali: registi, attori, produttori e distributori che offrono una testimonianza diretta della propria attività.

Accanto alla sezione competitiva, riservata ai lungometraggi, il Festival salentino propone spazi di approfondimento, quali gli Omaggi a personaggi della cinematografia internazionale e italiana, una Sezione sulla cinematografia di un Paese dell’area Euro-Mediterranea, altre sezioni dedicate a cortometraggi e a documentari, la quinta edizione del Premio Mario Verdone, la seconda del Premio Emidio Greco, il Premio LUX del Parlamento Europeo. Anche quest’anno, il Festival prevede quattro appuntamenti all’interno del Carcere di Lecce.

Tra gli eventi di questa XV edizione, GLI STATI GENERALI DELLA COMMEDIA ITALIANA, una giornata di incontro-scontro, moderato da Marco Giusti, fra alcuni dei registi e sceneggiatori più illustri della nostra commedia, per discutere delle potenzialità della commedia italiana e indagare sul perché, in un paese così fortemente in crisi come il nostro, il pubblico cerchi nella commedia l’occasione per ridere di se stesso e dei suoi problemi più gravi.

Intervengono: Massimo Gaudioso, Paolo Genovese, Edoardo Leo, Fulvio Lucisano, Gennaro Nunziante, Neri Parenti, Pio e Amedeo, Sydney Sibilia, Enrico Vanzina, Carlo Verdone.

RICORDO DI ARNOLDO FOA’. A tre mesi dalla scomparsa dell’artista, il Festival ospita in anteprima il recital PERICOLO DI VITA, tratto da un racconto inedito dello stesso Foà, con Pamela Villoresi (voce recitante), musiche di Rocco Capri Chiumarulo, adattamento e mise en espace di Cosimo Damiano Damato.

SBARRE (anteprima) un film documentario realizzato dagli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia – laboratorio didattico, a cura di Daniele Segre, nel Nuovo Complesso Penitenziario di Firenze Sollicciano.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI EUROPEI

Per la sezione competitiva, in anteprima nazionale dieci film, provenienti da Paesi europei (Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca, Grecia, Austria, Francia, Finlandia, Russia, Portogallo, Norvegia, Turchia, Georgia) in lingua originale, sottotitolati in italiano. La Giuria assegna l’Ulivo d’Oro al Miglior Film, il Premio Speciale della Giuria, il Premio per la Migliore Fotografia, il Premio per la Migliore Sceneggiatura. La Giuria FIPRESCI e la Giuria Cineuropa assegnano i relativi premi. Il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani SNGCI premia il Miglior Attore/Attrice Europeo e Officine Lab il Miglior Attore/Attrice Europeo non protagonista. La Direzione del Festival assegna un Premio di 5.000 Euro, gli spettatori voteranno per il Premio del Pubblico Lecce 2019.

La Giuria Internazionale: Luis Minarro (regista, produttore spagnolo), Lou Castel (attore svedese), Stefan Kitanov (Direttore Festival di Sofia), Licia Eminenti (Project Manager Eurimages), Jasmila Zbanic (regista bosniaca).

I PROTAGONISTI DEL CINEMA ITALIANO: CLAUDIA CARDINALE

Claudia Cardinale, attrice di straordinario talento, che unisce a una bellezza classica una fresca naturalezza, è la Protagonista dell’indagine cinematografica che il Festival ogni anno dedica a figure centrali del cinema italiano. L’omaggio prevede una rassegna dei film che maggiormente ne hanno segnato la carriera, realizzata in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, e una mostra fotografica in collaborazione con l’Archivio della Fototeca del Centro Sperimentale di Cinematografia.

I PROTAGONISTISTI del Cinema Europeo: Danis Tanović e Marco Bellocchio

Due i “Protagonisti europei” in questa edizione: Danis Tanović e Marco Bellocchio.

Al regista bosniaco, vincitore con il suo lungometraggio d’esordio NO MAN’S LAND, dell’Oscar e del Golden Globe per il Miglior Film Straniero nel 2001, il Festival dedica la retrospettiva completa dei suoi lungometraggi. Autore di spicco della nuova cinematografia balcanica, Danis Tanović, che mostra una spiccata sensibilità verso i temi della guerra e del confronto dell’individuo con il travaglio della Storia, ha ricevuto il Gran Premio della Giuria alla 63ma Berlinale con AN EPISODE IN THE LIFE OF AN IRON PICKER (2013).

In collaborazione con la Cineteca Nazionale, il Festival dedica a Marco Bellocchio una retrospettiva di venticinque suoi film: da alcune sue esercitazioni al Centro Sperimentale di Cinematografia e dal suo saggio di Diploma, fino ad alcuni capolavori della sua stagione più recente. Bellocchio a Lecce sarà protagonista di un workshop aperto ai registi teatrali pugliesi e di una mostra di suoi dipinti giovanili a olio, di bozzetti e storyboard, curata da Andrea Gambetta e Massimiliano Di Liberto, realizzata in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti di Parma, con il sostegno del Teatro Pubblico Pugliese. Durante il Festival sarà inoltre presentato il libro “Marco Bellocchio. Morale e Bellezza”, curato da Sergio Toffetti.

V EDIZIONE DEL PREMIO MARIO VERDONE

Per il quinto anno viene consegnato il “Premio Mario Verdone” a un giovane autore (massimo 40 anni) che si sia particolarmente distinto nel panorama cinematografico italiano con un’opera prima o seconda, uscita in sala nell’ultima stagione. La selezione degli autori è proposta dal Festival del Cinema Europeo, dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani e dalla Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia. La Giuria è composta dai fratelli Carlo, Luca e Silvia Verdone.

I dieci autori in lizza per il premio: Enrico Maria Artale per IL TERZO TEMPO (opera prima) | Ciro De Caro per SPAGHETTI STORY (opera prima) | Giorgia Farina per AMICHE DA MORIRE (opera prima) | Elisa Fuksas per NINA (opera prima) | Fabio Mollo per IL SUD È NIENTE (opera prima) | Matteo Oleotto per ZORAN, IL MIO NIPOTE SCEMO (opera prima) | Alessandro Rak per L’ARTE DELLA FELICITÀ (opera prima) | Haider Rashid per STA PER PIOVERE (opera seconda) | Federico Rizzo per TAGLIONETTO (opera seconda) | Massimiliano “Maci” Verdesca per W ZAPPATORE (opera prima).

OMAGGIO A MARIO BAVA

Il Festival celebra Mario Bava (1914–1980) nel centesimo anniversario della sua nascita. Essenziale il contributo offerto dal regista ligure che ha attraversato quattro decadi di cinema collaborando con grandi autori, inventando generi come il Giallo, ritagliandosi uno spazio di prestigio internazionale come maestro del genere horror. L’Omaggio, a cura di Massimo Causo e Davide Di Giorgio, prevede una rassegna di dieci tra i suoi lavori più significativi, in collaborazione con Italian International Film, Minerva Film, Ripley’s Film e Rai Teche; un incontro sulla sua figura artistica alla presenza della figlia Elena Bava, di cineasti, storici e critici come Fulvio Lucisano, Marco Giusti, Steve Della Casa, Gabriele Acerbo; una mostra organizzata in collaborazione con la Mediateca Regionale Pugliese e la Biblioteca Provinciale di Foggia, con un’ampia selezione di manifesti, locandine e “foto busta” originali dei suoi film.

PREMIO EMIDIO GRECO

Il Festival del Cinema Europeo, insieme con il Centro Nazionale del Cortometraggio e d’intesa con la famiglia Greco, realizza la seconda edizione del riconoscimento in memoria di Emidio Greco che premia un giovane autore italiano (massimo 35 anni) per la realizzazione di un cortometraggio. Viene assegnato da una Giuria composta dal direttivo del CNC, dal Festival, dalla Famiglia.

I quattro finalisti: Cristina Picchi per ZIMA | Simone Rovellini per C’EST LA VIE | Alessandro Stevanon per AMERICA | Michele Vannucci per NATI PER CORRERE.

CINEMA EUROMEDITERRANEO: SETTIMANA DI CINEMA PALESTINESE

Uno sguardo sulla storia e sul presente del Cinema palestinese, per approfondire il fenomeno di una cinematografia che, pur avendo a disposizione modeste risorse economiche, è stata in grado di dar vita a un cinema d’autore dalle precise caratteristiche.

La rassegna, curata da Monica Maurer, propone quindici opere con tematiche che attraversano, spesso in modo drammatico, l’odierna società palestinese. Dal film “fondativo” del cinema palestinese, LA MEMORIA FERTILE realizzato nel 1980 da Michel Khleifi, ad altre opere di autori come Elia Suleiman, Rashid Mashrawi, Hani Abu Asad, Mohammad Bakri, Tawfik Abu Wael. In programma l’incontro “Palestinian Cinema: Dreams of a Nation” moderato da Monica Maurer, con Mohammad Bakri (regista e interprete, tra gli altri, del film PRIVATE di Saverio Costanzo), Michel Khleifi, Rashid Mashrawi, Sahera Dirbas e studiosi del cinema palestinese.

Tra le altre proposte del Festival:

CINEMA ED EUROPA

In programma i tre film finalisti della VII edizione del Premio LUX del Parlamento Europeo: MIELE di Valeria Golino (IT, 2013), ALABAMA MONROE – UNA STORIA D’AMORE (The Broken Circle Breakdown, BE, 2013), THE SELFISH GIANT di Clio Bernard (GB, 2013). La sezione comprende la tavola rotonda “Film Literacy, Accessibility and Audience Development in Europe” e SHORT MATTERS, la rassegna dei cortometraggi nominati all’European Short Film Awards 2013 dell’European Film Academy.

PUGLIA SHOW

Concorso di cortometraggi, a cura di Luigi La Monica, riservato a giovani registi pugliesi (fino a 35 anni) in gara per il Premio Augustus Color e il Premio Centro Nazionale del Cortometraggio.

CINEMA & REALTA’

Sezione di documentari in cui, rendendosi intermediari di visibilità di temi sociali e culturali di rilievo, sarà riproposta attraverso il cinema un’occasione di riflessione e di approfondimento su temi legati ad avvenimenti realmente accaduti.

VETRINA CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA

Una sezione che promuove alcune delle attività di rilievo della Fondazione: il restauro e la diffusione culturale a cura della Cineteca Nazionale e la Scuola Nazionale di Cinema. In programma la proiezione di pellicole restaurate, esercitazioni e saggi di Diploma degli allievi della Scuola Nazionale di Cinema.

CONCERTO il 30 aprile Gianluca Petrella in “Exp and Tricks” presso le Officine Cantelmo di Lecce. Un viaggio musicale nei cortometraggi dei primi anni del Cinema, produzione originale in collaborazione con la Cineteca di Bologna, che nasce proprio da un viaggio indietro nel tempo. Da buon amante del cinema, compreso quello delle origini, Petrella è andato a ricercare le radici di questo rapporto, per svilupparlo in maniera sperimentale, libera e onirica.

IL FESTIVAL NEL CARCERE

Il Festival, in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale di Lecce, presenta alcuni eventi all’interno del penitenziario. In programma un incontro su I MILIONARI, il nuovo film di Alessandro Piva, tratto dall’omonimo libro del P.M. Alberto Cannavale e Giacomo Gensini,  interpretato da Salvatore Striano, ex detenuto e oggi attore; la rappresentazione di LA FINE DELL’ALBA, opera noir e crepuscolare realizzata da Francesco Cinquemani con i detenuti e gli operatori della Casa di Reclusione di Rebibbia; il film documento di Caterina Gerardi NELLA CASA DI BORGO SAN NICOLA che narra sogni, speranze, rimpianti e sofferenze delle detenute; SBARRE un film documentario realizzato dagli allievi del CSC – laboratorio didattico, a cura di Daniele Segre, nel Nuovo Complesso Penitenziario di Firenze Sollicciano.

LIBRI DI CINEMA

BARRICATE DI CARTE a cura di Gianni Volpi, Alfredo Rossi e Jacopo Chessa (Mimesis Edizioni) – ricordo di Gianni Volpi

IO SONO IL TEATRO di Anna Procaccini – ricordo di Arnoldo Foà (Edizioni Rubbettino)

PASOLINI MATERA di Domenico Notarangelo (Edizioni Giannatelli)

MORALE E BELLEZZA. MARCO BELLOCCHIO a cura di Sergio Toffetti.

Il Festival è realizzato con il sostegno di: Comune di Lecce, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo-Direzione Generale Cinema, Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Fondazione Apulia Film Commission, Teatro Pubblico Pugliese, Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, Provincia di Lecce, CCIAA di Lecce, Forum Austriaco di Cultura, Ambasciata di Francia, Ambasciata di Spagna.

E’ un’iniziativa inserita nel POIn Programma Operativo Interregionale “Attrattori culturali, naturali e turismo” (FESR) 2007-2013, nell’ambito del Programma Strategico di Cooperazione territoriale Grecia-Italia 2007-2013 “I.C.E.” (Innovation, Culture and Creativity for a new Economy) insieme ad atri grandi eventi come La Notte della Taranta, Carnevale di Putignano, Medimex, Bifest, Focara di Novoli, nel Fondo FESR, Asse IV, Linea 4.1, Azione 4.1.2.

Ufficio Stampa

Giovanna Mazzarella & Cristina Scognamillo

3483805201| giomazzarella@gmail.com   –  335294961 | cristinascognamillo@hotmail.com

Ufficio Stampa Puglia Marianna Lotito | 349 4533246 | press@festivaldelcinemaeuropeo.it

Festival del Cinema Europeo
Organizzazione: Associazione Culturale Art Promotion
Segreteria organizzativa: Cineporto di Lecce c/o Manifatture Knos

Via Vecchia Frigole, 36 – Lecce
Tel/Fax: 0832 520355

email: info@festivaldelcinemaeuropeo.com
sito web: www.festivaldelcinemaeuropeo.com

CINEMA MULTISALA MASSIMO: Viale Francesco Lo Re, 3, Lecce | Telefono: 0832 307433