A Palo del Colle va in scena il cinema internazionale: CinePalium Fest

Cinque giorni dedicati al cinema internazionale; una cupola geodetica detta “l’astronave” dove verranno proiettati più di 60 lungometraggi; quattro location nel centro città all’ombra de “lo Spione”, il campanile romanico di Santa Maria La Porta; più di sedici film in corsa per aggiudicarsi gli otto premi in palio con una giuria composta da critici, attori e registi provenienti da tutto il mondo: questi i numeri della prima edizione di CinePalium Fest, il festival cinematografico di Palo del Colle (BA), in programma dal 14 al 18 novembre 2017. La kermesse si snoderà tra corso Garibaldi, piazza Santa Croce, l’auditorium della scuola elementare Davanzati (via Tommaseo), la sala consiliare del Comune di Palo del Colle (via Umberto I) e la Fondazione San Vicenzo (via Abate Fornari).

E’ “identità” la parola chiave della prima edizione della rassegna, che si aprirà martedì 14 novembre con l’intervento di Andrea Sartoretti, Nastro d’argento e volto delle serie TV “Boris”, “Romanzo criminale” e “Squadra antimafia”. Mentre la maratona di proiezioni si inaugurerà con “Monte”, capolavoro del presidente onorario del festival Amir Naderi, presentato alla 73° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Tra i maggiori esponenti del neorealismo di Teheran, Naderi non sarà l’unico ospite di prestigio proveniente dall’Iran: sarà infatti presente, in veste di presidente della giuria “Filmmakers INPuglia”, anche Bahman Maghsoudlou, regista indipendente, celebre penna della critica cinematografica mondiale e membro del PEN American Center, la prestigiosa organizzazione letteraria che ha annoverato tra i suoi anche i Nobel Steinbeck e Mann. I due attesi ospiti condividono un passato di esilio intellettuale: entrambi censurati nel proprio paese d’origine flagellato dall’intolleranza e ancora oggi terra di scontri e controversie, Naderi e Maghsoudlou saranno testimoni del valore positivo della contaminazione culturale e dell’intreccio di identità.

E proprio le “Intersecting identities”, le identità che si intersecano, saranno le protagoniste assolute del festival, gemellato con FCAT – Festival de Cine Africano de Tarifa, e dedicato ad un pubblico trasversale, dai neofiti agli addetti ai lavori, dagli investitori ai bambini. Organizzato da Sun Film Group, società di produzione e distribuzione cinematografica, e diretto artisticamente da Gemma Lanzo, membro FIPRESCI – Fédération internationale de la presse cinématographique e del Consiglio nazionale del SNCCI, il Sindacato nazionale dei critici cinematografici italiani, quello palese è un progetto ambizioso, che vuole essere internazionale e innovativo. Lo scopo della rassegna è quello di intercettare e diffondere film e documentari, celebrando il processo di costruzione dell’identità, intesa sia come individuale, sia come collettiva. Centrali il coinvolgimento della comunità, che ha partecipato alla scelta del nome della cinque giorni attraverso un contest in rete, la cooperazione e la valorizzazione del territorio. La Puglia, da sempre terra di passaggio e luogo dove si intersecano storie e personaggi è stata scelta come location rappresentativa dello spirito del festival, che vuole promuovere accoglienza e apertura al confronto.

Tre le sezioni in gara: la sezione ufficiale, rivolta a lungometraggi sul tema dell’identità; la sezione Filmmakers INPuglia, rivolta a cortometraggi girati in Puglia; la sezione dedicata ai giovani sceneggiatori tra i 18 e i 29 anni, rivolta a sceneggiature inedite per cortometraggi a tematica libera cha vedano la Puglia come fulcro narrativo. Otto commissioni assegneranno ai vincitori altrettanti premi, tra cui il premio della critica assegnato dal SNCCI; il premio “Sun Film Group”; il premio assegnato dalla Confindustria e il premio “Agiscuola”. La giuria della sezione ufficiale sarà presieduta daJonathan Rosenbaum, tra i più autorevoli critici americani, penna del Chicago Reader e tra i collaboratori di “Cahiers du cinéma”, una delle più prestigiose riviste cinematografiche al mondo. Sarà proprio il presidente di giuria Rosenbaum a consegnare al film vincitore “Lo Spione d’Argento”, primo premio in palio per la sezione ufficiale. Le premiazioni si svolgeranno sabato 18 novembre a partire dalle 19 nel geoide in piazza Santa Croce.

E ancora, tre masterclass a cui saranno dedicate altrettante retrospettive, tenute da Želimir Žilnik, regista serbo e vincitore dell’Orso d’oro al 19° Festival di Berlino (15 novembre, ore 20.30); Renato Berta, collaboratore di mostri sacri della Nouvelle Vague come Éric Rohmer e Jean-Luc Godard e direttore della fotografia di “Il giovane favoloso” e di “Noi credevamo”, che gli è valso il David di Donatello (16 novembre, ore 20.30) e la chiusura del festival a cura del collettivo di registi Malastrada, con una speciale lezione pensata come una vera e propria live performance (18 novembre, ore 20.30).

Spazio anche ai focus sull’industria cinematografica e sul mercato dei finanziatori con CinePalium Film Market: una serie di momenti dedicati a professionisti e addetti ai lavori per condividere esperienze e creare un network imprenditoriale e un polo di riferimento. Si parte con Lavorare ad un film. Dall’idea alla distribuzione con gli interventi del presidente della delegazione Puglia della FICE, Federazione italiana Cinema d’essai, Pietro Salerno, di Cesare Fragnelli e di Patrizia Fersurella (15 novembre, ore 10.30). Si prosegue con l’approfondimento Cinema e multimedialità a cui interverranno il vicedirettore di Bif&st, Marco SpagnoliGiovanni D’Aloia e Beppe Attene (16 novembre, ore 10.30). Seguirà la tavola rotonda Product placament, tax credit ed equity crowdfundingcon la partecipazione di Maurizio Sciarra, presidente di AFC, Apulia film commission, Massimiliano Acerra e Paolo Monaci (17 novembre, ore 10.30) per concludere con l’incontro a temaProduzione e distribuzione del cinema indipendente con Donatello FumarolaGiulia Derosa e Francesco Bonelli (18 novembre, ore 10.30).

Protagonista anche la musica con i concerti dei Keaton, trio bolognese di Carota de Lo Stato Sociale, tra indierock e techno (14 novembre, ore 22.30), e l’originale show dei Bamboo, ensemble che suona sul palco strumenti “extra-musicali”: dai bidoni alle pentole; dagli spazzolini elettrici alle pistole giocattolo (16 novembre, ore 22.30).

E ancora cinema per tutti: dal 15 al 17 novembre, infatti, saranno proiettati alcuni lungometraggi selezionati dal SNCCI (ore 18) e la selezione dedicata ai bambini, il CinePalium Kids, tra film d’animazione e live action per i più piccoli (ore 9). Concluderà la kermesse la proiezione speciale a cura di Sun Film Group di “Lola + Jeremy”, opera prima di July Hygreck (18 novembre, ore 16.30). Una produzione italo-francese distribuita da Sun Film Group in uscita nelle sale il 9 novembre 2017 che sarà presentata nella sezione Kino Panorama Italia di Alice nella Città alla prossima Festa del Cinema di Roma

Numerosi anche gli eventi paralleli organizzati dalle associazioni locali: reading, presentazioni di libri ed esposizioni tra cui Il senso di una comunità: immagini degli antichi mestieri di Palo del Collemostra fotografica a cura di Libera Università Domenico Guaccero (dal 14 al 18 novembre, ore 17-20, via Roma, 11); La Palo del Colle dei donatori, mostra fotografica a cura di Avis (18 novembre, ore 10, sede Avis – via Grazia Murgolo, 1); Lo Spione handmade, laboratorio creativo per bambini a cura degli Scout d’Europa Palo del Colle 1 (18 novembre, ore 10, via Grazia Murgolo, 1); Racconti all’ombra del campanile a cura di Fondazione Vittorio Bari.

CinePalium Fest è organizzato da Sun Film Group per la divulgazione della cultura cinematografica e la promozione del mercato cinematografico. CinePalium Fest è promosso da Confindustria Puglia, Giovani Imprenditori Confindustria Puglia, CNA, Camera di Commercio di Bari, Città Metropolitana di Bari, Università degli Studi di Bari, ANAC, SNCCI, Apulia Film Commission, Centro Nazionale del Corto, Agiscuola Puglia e Basilicata, Sun Film Academy, Gal Fiori d’Ulivo, Sparks insieme a Comune di Palo del Colle e Proloco di Palo del Colle. La direzione artistica è a cura di Gemma Lanzo. CinePalium Fest è gemellato conFCAT – Festival de Cine Africano de TarifaAmir NaderiJonathan Rosenbaum e Bahman Maghsoudlou sono rispettivamente presidente onorario del festival, presidente della giuria “Spione d’argento” e presidente della giuria “Filmmakers INPuglia”.

 

CinePalium Fest, 14 – 18 novembre 2017, Palo del Colle (BA)

www.cinepalium.it