Pesaro Taviani

Mostra Internazionale Nuovo Cinema di Pesaro – 40esima edizione

Pesaro LocandinaLa Mostra Internazionale del Cinema Nuovo di Pesaro è senza dubbio una delle manifestazione italiane e internazionali più significative del panorama culturale cinematografico.
Fu fondata nel lontano 1964 da Lino MiccichèBruno Torri, con l’idea di realizzare oltre al festival in sé diverse attività collaterali, in grado di fornire strumenti a studiosi del settore ed appassionati, utili per conoscere e approfondire tutte le nuove tendenze dell’arte del film.
Insomma, uno spirito di ricerca ha sempre guidato curatori e direttori artistici del festival di Pesaro, festival guidato anche in questa edizione del 2004 da Giovanni Spagnoletti, con il fondamentale sostegno del comitato scientifico presieduto da Bruno Torri e composto da Adriano Aprà, Pierpaolo Loffreda, Lino Micchichè, Vito Zagarrio.

Il programma del 2004, che si svilupperà in un arco di tempo che va dal 25 giugno al 3 luglio (Cinema Astra, Teatro Sperimentale) è veramente fitto di appuntamenti importanti, con un occhio di riguardo verso la produzione documentaristica e l’istituzione di una nuova sezione in concorso incentrata su nove film ed esaminata da una giuria composta dallo scrittore Pino Cacucci, dal regista Gianni Amelio e dal critico cinematografico Paolo D’Agostini.
Scorrendo il denso cartellone della manifestazione, due sembrano essere le sezioni fondamentali: Cinema Messicano Contemporaneo e il 18° Evento Speciale dedicato ai Fratelli Taviani. La prima prevede la presentazione di quindici lungometraggi e cortometraggi, girati negli ultimi tre anni, la seconda è invece la retrospettiva completa, a cura di Vito Zagarrio, del percorso creativo dei autori di San Michele aveva un galloLa notte di San Lorenzo. Dei due cineasti toscani saranno poi visibili anche i molti caroselli girati negli anni passati, una produzione alternativa a quella filmica nella quale secondo le parole di Vittorio Taviani, i due co-registi hanno utilizzato per puro spirito di sperimentazione “tutti quegli stilemi che erano (e sono) estranei al loro particolare mondo espressivo.

Pesaro TavianiTra gli altri approfondimenti da segnalare, vi sono le tre retrospettive dedicate a Lucian Pintilie, il più grande regista rumeno vivente, a Arnaud Desplechin, autore francese, e a André S. Labarthe, pioniere della critica effettuata attraverso l’utilizzazione dei mezzi audiovisivi.
Infine, è annunciata una corposa vetrina di opere in video, tra cui quella completa del gruppo “Fluid Video Crew”, collettivo di quattro cineasti nato nel 1995.