Wajib – Invito al matrimonio – Film della Critica SNCCI

WAJIB – INVITO AL MATRIMONIO di Annemarie Jacir distribuito da Satine Film è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI. Motivazione: Sfuggendo a un’impostazione ideologica, la regista scruta le diversità generazionali sui temi importanti della politica e delle tradizioni, con un film che mette al centro gli attriti familiari in uno scenario […]

Doppio amore

E sì, François Ozon sa fare un “bel” cinema elegante e accattivante, sa muoversi morbidamente con la macchina da presa fra suggestivi spazi chiusi, sa girare mirabilmente le scene di sesso (e non è poco). Sa giocare con le citazioni cinematografiche, anche troppo. Perché, viene da chiedersi, impiegare tante energie per fare una strizzatina d’occhi […]

L’amore secondo Isabelle

Dopo il divorzio, Isabelle (una radiosa Juliette Binoche), 50 anni, pittrice ancora molto bella, è alla ricerca di un grande amore, ma gli incontri con uomini di diversa età e di varia estrazione si rincorrono senza costrutto. Il tono del film è quello di una commedia sofisticata con un andamento libero ed ellittico che deve […]

La scomparsa di Vittorio Taviani. Shakespeare, l’utopia e le belle bandiere. Intervista a Paolo e Vittorio Taviani

In memoria di Vittorio Taviani, scomparso all’eta di 88 anni, riproponiamo l’intervista che Piero Spila e Bruno Torri realizzarono nel 2012 ai due fratelli, maestri della cinematografa italiana. ————————————————————————————— Seconda parte dell’intervista che Paolo e Vittorio Taviani hanno rilasciato a Piero Spila e Bruno Torri per il n.66/67  (aprile – settembre 2012) di CineCritica. —————————————- […]

Il prigioniero coreano

Kim Ki-duk, autore di un cinema tendenzialmente rarefatto e raffinatissimo, il più delle volte sfacciatamente spietato, ha abituato da tempo il suo pubblico ad un linguaggio che rifiuta in toto qualsivoglia compromesso: per le dilatazioni e le sospensioni temporali, per la scarsità e l’asciuttezza dei dialoghi, per la programmatica esibizione della violenza e della crudeltà […]

La casa sul mare

“Cosa è cambiato in tutto questo tempo?”: “Noi”. “Cosa è successo?”: “I soldi…tutti hanno venduto…non c’è più una visione”. Domande (e risposte) che risuonano en plein air nelle scene iniziali del nuovo film – il ventesimo in una filmografia lunga quasi 40 anni –  di Robert Guédiguian (65 anni a dicembre) La villa (La casa […]