Baise moi

La nuova pornografia

“In un film come in un romanzo puoi descrivere la realtà come la senti, non necessariamente come la vivi. Hai una grande libertà di spingerti oltre i confini consentiti. E questo forse ha dato fastidio. Il nostro non è un film reale, semmai realistico” dichiara la scrittrice e regista Virginie Despentes a proposito del suo […]

Occidente

Occidente: un Ufo nel panorama cinematografico italiano

Capita raramente di emozionarsi vedendo un film italiano, intendendo per “emozione” la consapevolezza che qualcuno, attraverso un media (che di solito è la voce, uno sguardo o una lettera e purtroppo sempre più raramente il cinema) ci ha comunicato un suo stato di coscienza, qualcosa per cui non servono le parole, ma che c’è, e, […]

Pane e tulipani

Soldini oltre il minimalismo

Pane e tulipani, quarto film del regista d’origine ticinese Silvio Soldini, non fa certo esplodere un caso alla sua uscita, tuttavia riuscendo ad unire pubblico e critica in un tripudio generale. La ragione è semplice: il film, rifiutando lo stile minimalista dei precedenti, come nell’essenzialissimo Un’anima divisa in due (1996), perviene ad una sorta di […]

Kingdom

Il paradosso del Dogma di Lars von Trier

Ci si è spesso interrogati sulla necessità di stilare un Dogma per circoscrivere una poetica, per affermare un punto di vista rigoroso (e rigido) sulla realtà, come nel caso, unico nel suo genere, del Dogma voluto dal regista danese Lars von Trier e accettato da altri autori europei, primo fra tutti Thomas Winterberg con Festen […]

La scomparsa di Valentino Orsini

Valentino Orsini, morto improvvisamente all’età di 75 anni, era una figura tanto singolare quanto anomala nel panorama del cinema italiano. Dopo una breve attività come critico e organizzatore di cineclub, e dopo alcune esperienze documentaristiche, esordisce, nel 1962, nel film narrativo dirigendo, assieme a Paolo e Vittorio Taviani, Un uomo da bruciare. Quest’opera rivela subito, […]