Cinema italiano: parla Giuseppe Piccioni

Hanno sparato sul regista. Gli strali non hanno risparmiato nessuno, da Mancheswski a Gitai a Ken Loach. A essere colpito nel modo più feroce è stato però Giuseppe Piccioni, reo di aver diretto un film, Luce dei miei occhi, che ha deluso una parte consistente dei giornalisti in forza a Venezia, irritandone fino alla rabbia un’altra esigua […]

Gli inganni della finzione nel cinema iraniano

Nell’ultima inquadratura di Il sapore della ciliegia (Ta’m e guillas, 1999) (1) di Abbas Kiarostami la cinecamera anziché chiudere sul buco coperto di terra, dimora solitaria e finale del protagonista, apre lentamente su una troup cinematografica che sta girando quella stessa scena suggerendo così un’interpretazione della morte dell’uomo come morte delle immagini che vorrebbero riprodurne l’essenza dolente […]

LinguadelSanto

Carlo Mazzacurati, poeta degli umili e degli irregolari

Quando si parla di cinema italiano spesso si allude ad un tipo di provicincialismo che parrebbe indulgere sui vizi e i limiti culturali della cosiddetta civiltà italica; a fronte di ciò l’opera del veneto Carlo Mazzacurati costituisce un’eccezione in quanto essa è squisitamente provinciale quanto radicata universalmente nel mondo degli umili e degli irregolari. Di questa […]

Medfilm

MEDFILM 2002 – Roma 12-25 novembre 2002

Le culture dei paesi del Mediterraneo sono strettamente collegate tra loro, intrecciate in modo indissolubile da millenni di scambi commerciali, emigrazioni, viaggi, influenze di tutti i generi. E’ forse per questo che i movimenti artistici degli Stati che si affacciano su questo enorme bacino risultano così fortemente caratterizzati da un evidente legame con le tradizioni, […]

La ‘primavera’ del cinema italiano: l’opinione critica di un critico

Riproponiamo il dibattito già avviato sul ruolo della critica cinematografia e sul rapporto tra critica e cinema italiano con l’opinione di Maurizio Fantoni Minnella, scrittore e collaboratore di CineCriticaWeb. In attesa di nuovi contributi da parte degli addetti ai lavori. L’idea, da qualche tempo diffusa, di una presunta primavera del cinema italiano è certamente più […]

Sull’attualità di Jean Renoir: una retrospettiva critica

Dopo aver riscoperto in Italia numerosi cineasti “dimenticati” come Ophuls, Duvivier, Melville, Clouzot, Becker, Bresson, Cavalier, Malle, Sautet, Pialat, etc…, il festival fiorentino France Cinéma ha celebrato quest’anno Jean Renoir con una retrospettiva (che ha visitato altre quattro città italiane – Roma, Genova, Milano, Torino) e la pubblicazione di un importante volume critico sotto la direzione […]