Archivio categoria: Paolo Cottignola

Torneranno i prati

C’è un momento, più o meno a metà di Torneranno i prati, in cui forse a qualcuno tornerà in mente Prima linea (1956) di Robert Aldrich, dove un gruppo di soldati, chiusi in una cantina, è vittima dell’insensatezza di un capitano. Scherzi della memoria; pur all’interno dell’argomento bellico, l’ultimo film di Olmi è lontanissimo dal […]

la_giusta_distanza_-_mazzacurati

La giusta distanza

Intrigante e malinconico, misurato ma carico di sorprendente vitalità e sensualità, La giusta distanza è uno dei film più convincenti di Carlo Mazzacurati, autore che non di rado promette più di quanto sappia mantenere e che stavolta invece regala a pubblico e critica un’opera pienamente riuscita. Una storia sospesa fra noir, ritratto d’ambiente e romanzo di formazione, […]

cento-chiodi_olmi

Cento chiodi

Centochiodi è, anzitutto, la storia di un uomo in crisi: un giovane ma già affermato professore (Raz Degan) dell’Università di Bologna, ad un certo punto, decide di abbandonare tutto e di cominciare una nuova vita. Novello Mattia Pascal, dopo aver gettato via telefonino e documenti, viene, all’inizio, creduto morto mentre,in realtà, sta semplicemente riappropriandosi di […]

cantando dietro i paraventi

Cantando dietro i paraventi

Cantando dietro i paraventi di Ermanno Olmi è un’opera senz’altro suggestiva e impeccabile, sotto tutti i punti di vista. La bellezza regna sovrana in ogni inquadratura, i dialoghi sono poetici e, spesso, ricchi di ironia e saggezza senza tempo. La natura è rappresentata con così tanta sensibilità e gusto da sembrare, essa stessa, protagonista, con la […]

ilmestieredellearmi

Il mestiere delle armi

Una delle più belle composizioni del XIV secolo è certamente la “Missa l’homme armé” di Guillaume Dufay, un musicista fiammingo che fu alla corte di Borgogna e dei Malatesta. Ma chi è veramente questo uomo d’armi? E’ colui che dedica anima e corpo, ossia l’intera vita, alla causa militare in nome del suo signore. Un soldato […]