Archivio categoria: Cristiano Travaglioli

Youth – La Giovinezza

L’idea della fugacità del tempo, della conturbante potenza e insieme della fragilità della giovinezza non cesserà mai di affascinare, ispirare e ossessionare tanto il pensiero quanto l’espressione artistica in ogni sua declinazione. Sorrentino padroneggia con levità e rigore questa materia plasmata e trattata già infinite volte, facendola propria senza prolissità, lasciando che si adagi placidamente […]

Anime nere

Si sa. Nei grandi festival capita spesso che i film premiati facciano poi fatica a uscire nelle sale e, qualora vi approdino anche se con enormi ritardi, vengano snobbati dal pubblico dopo essere stati osannati dalla ristretta élite della giuria che li ha voluti far trionfare. Ma succede ancor più spesso che quelle stesse giurie […]

La mafia uccide solo d’estate

Palermitano, classe ’72, con questo La Mafia uccide solo d’estate il poliedrico Piefrancesco Diliberto approda alla regia dopo una lunga gavetta televisiva ma anche anni spesi dietro le quinte a scrivere per la televisione diventandone poi uno dei volti più noti  grazie alle sue inchieste falsamente naïf a “Le Iene” e a “Il Testimone” nelle […]

La grande bellezza

Come a tutti i film di cui si parla moltissimo anche se poi nessuno ne sa di fatto alcunché perché la macchina produttiva e la grancassa mediatica che ne telecomandando l’avvento disseminano di tracce impalpabili e fuorvianti (qualche immagine di scena sfuggita intenzionalmente alle maglie del silenzio stampa e la prima scena dello script pubblicata […]

This must be the place

Cheyenne, ex rockstar, capelli cotonati, rossetto leggermente sbavato, occhi dipinti di nero e cerone. Protagonista di lunghe camminate su strade diverse e ritmicamente battute dalla cadenza dei suoi passi, appesantiti dagli anfibi e dalla noia. La sua è una quotidianità fatta di frangenti di socialità che smuovono fugacemente una solitudine perenne, come quel soffio a […]

Hai paura del buio

Eva, una ragazza rumena appena licenziata dalla fabbrica in cui lavorava, decide all’improvviso di vendere tutti i suoi oggetti personali e di partire da Bucarest alla volta dell’Italia. La sua meta è Melfi, cittadina lucana dove ha sede uno stabilimento della Fiat nel quale lavora Anna, una giovane operaia che vive con il padre disoccupato, […]