Archivio categoria: Angus Wall

Millennium

Fincher rilegge Larsson e lo fa con lo stile raffinato e tagliente che gli è proprio affondando la macchina da presa, come uno stiletto, nelle pagine, appassionate e violente, del romanzo “cult” dello scrittore svedese, dal quale già Niels Arden Oplev aveva tratto un film nel 2009. Il punto, qui, non è la fedeltà al […]

The Social Network

Nel febbraio del 2004, il diciannovenne Mark Zuckerberg, studente di Harvard, mette on line il sito thefacebook.com. Alla fine dell’anno successivo il numero degli utenti era già arrivato a 5 milioni e mezzo che, allo stato attuale, sono diventati oltre 500 milioni in tutto il mondo. Una società che vale oltre 25 miliardi di dollari […]

zodiac-davidfincher

Zodiac

Un uomo e una donna sono sdraiati in riva a un grande lago, il cielo è alto e sereno, sgombro da nubi, l’aria è limpida. Lui le racconta ancora una volta della città sommersa in fondo al lago, di come la valle sia stata allagata artificialmente per creare lo specchio d’acqua che ora si estende […]

Panic Room

Panic Room

Al suo quinto lungometraggio, David Fincher si conferma come uno tra i più attenti indagatori dell’incubo dell’Occidente contemporaneo, anche se, con i tempi che corrono, conviene spostare il baricentro di riferimenti culturali fino a comprendere uno spazio globale astratto e in continua definizione, un’ecumene (una casa comune) che di fatto si vuole rappresentare come l’estensione dell’Occidente, […]