Archivio categoria: Karin Viard

Potiche – La bella statuina

Potiche, ovvero una lezione di cinema e di intelligenza creativa. Potiche, ovvero una lezione di recitazione. E così potremmo continuare a lungo. Ozon ha realizzato una commedia, vagamente surreale, di raro equilibrio formale, nonostante la pericolosa (a livello estetico) ambientazione anni settanta e la volontaria tendenza a un’impostazione visuale kitsch. La caratterizzazione temporale non prepondera sugli aspetti […]

costa-gavras-cacciatorediteste

Cacciatore di teste

“Eliminare la concorrenza” è una di quelle espressioni d’uso comune che, se prese alla lettera, aprono squarci agghiaccianti sul nostro modo di vivere. E’ questa la chiave scelta da Costa-Gavras per il suo Cacciatore di teste, storia di un top manager licenziato per riduzione di personale che, dopo due anni e mezzo di disoccupazione, si mette ad […]

A tempo pieno

A tempo pieno

A tempo pieno di Laurent Cantet è un film bello e dolente che sgomenta e che non lascia spazio ad illusioni di sorta: non è possibile, per nessuno, conciliare libertà e affetti. Vincent, consulente aziendale, è improvvisamente licenziato e, anziché uccidere anziane signore, come Monsieur Verdoux, decide, più pacatamente, di inventarsi un nuovo impiego a Ginevra. Comincia, […]