Archivio categoria: Josh Brolin

Ave, Cesare!

I fratelli Coen si sono confermati maestri d’atmosfera, suggestioni, rarefazioni (Barton Fink,  A Serious Man), piacevolmente visionari (Fratello, dove sei?), irresistibilmente comici (l’insuperato Il grande Lebowski), e perfettamente a loro agio anche su partiture più cupe (L’uomo che non c’era, Non è un paese per vecchi). Raramente, nell’arco di una filmografia vasta e di alto […]

Sicario

Quasi cinquantenne, una ventina d’anni di attività, ma con soli 7 lungometraggi all’attivo, il canadese ormai professionalmente statunitense Denis Villeneuve godeva di una certa attenzione critica – e di un bel po’ di premi raccolti – quando all’ultimo festival di Cannes presentò Sicario. L’attenzione critica in quell’occasione parve però svanire in omaggi di circostanza come […]

Old Boy

Joe Doucett è un pubblicitario con il vizio dell’alcol, separato dalla moglie e con una figlia piccola della quale si interessa poco. Vagando ubriaco per strada in una notte piovosa viene improvvisamente rapito e si risveglia il giorno dopo, un po’ stordito, in quella che sembra essere l’anonima stanza di un motel. Presto capisce però […]

Il grinta

Capacità di esplorare senza timori gli ampi territori del cinema, abilità nell’attraversare i generi evitando di scadere nell’ovvio. Il cinema inteso come “luogo dello stile”, uno stile mai conformista, ripetitivo e banale. Joel e Ethan Coen navigano nell’oceano filmico da circa ventisette anni (1984 – Blood Simple) con la professionalità di chi conosce perfettamente le […]

non___un_paese_per_vecchi-img

Non è un paese per vecchi

Più affine alle atmosfere tese e cupe di Fargo e L’uomo che non c’era che a quelle scanzonate e visionarie de Il grande Lebowsky, l’ultimo film dei Coen racconta la storia di un uomo, Llewelyn Moss (Josh Brolin), il quale, rubando una valigia piena di soldi, innesca una tremenda reazione a catena e si ritrova alle calcagna un […]