Archivio categoria: Jasmine Trinca

Maraviglioso Boccaccio

La complessa sfida accolta dall’ultima opera dei fratelli Taviani certamente non è priva di rischi. A portare al cinema il Decameron boccaccesco ci era riuscito splendidamente, all’inizio degli anni Settanta, Pier Paolo Pasolini, camminando sul filo sottile di una speciale naïveté: la particolare recitazione degli attori non professionisti per lui era diventata una sorta di […]

Un giorno devi andare

Silenzi, distese placide di acqua argentata, lembi di terra coperti da una vegetazione fitta e scura. Quello di Giorgio Diritti, apprezzato autore de Il vento fa il suo giro e L’uomo che verrà, è uno sguardo ampio che abbraccia un paesaggio maestoso e imponente, che fin dal principio del film si impadronisce delle inquadrature. E’ […]

placido-il_grande_sogno

Il grande sogno

Tra le quattro pellicole italiane in concorso alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia, Il Grande Sogno di Michele Placido racconta le illusioni perdute di quell’irripetibile stagione di contestazioni che il ’68 rappresentò, a partire dall’esperienza dello stesso Placido che, in quegli anni, arrivava a Roma da soldato semplice della Celere per pagarsi gli studi all’Accademia di […]

piano_solo-milani

Piano, solo

E’ già tutto nel titolo del film il sentimento che accompagnerà per la vita Luca Flores, pianista jazz forse poco noto ma dal singolare talento, di cui il regista Riccardo Dilani, ispirandosi al libro di Walter Veltroni Il disco del mondo- vita breve di Luca Flores, musicista, racconta i momenti salienti della biografia,. La solitudine, […]

caimano-moretti-film

Il caimano

Il Caimano Un’analisi di Piero Spila I bei film non sono moneta di scambio e il vero cinema politico non mostra la politica nel suo farsi (quando capita è solo pornografia) ma offre semmai un punto di vista con cui guardarla. In questo senso Il caimanodi Nanni Moretti è quasi esemplare perché dà per scontati i fenomeni […]

La stanza del figlio

La stanza del figlio

Il dolore unisce. No, il dolore divide. Così suggerisce Moretti nel suo nono film, il più emozionante e il più maturo della sua filmografia. Una famiglia unita, padre (Nanni Moretti), madre (Laura Morante), figlia (Jasmine Trinca), figlio (Giuseppe Sanfelice), tutte le mattine seduti insieme a colazione, tutte le sere riuniti, ancora, attorno alla tavola imbandita […]