Archivio categoria: Domhnall Gleeson

Madre!

Darren Aronofsky è uno di quegli autori (o presunti tali…) capaci di suscitare solo due tipi di reazioni antitetiche sia nel pubblico che nella critica: venerazione cieca con tendenza al fanatismo o irrefrenabile irritazione spesso passibile di degenerare in aperto rifiuto. Con questo suo ottavo lungometraggio da regista e sceneggiatore — sbeffeggiato a Venezia dov’era […]

Brooklyn

Da spettatori, siamo da tempo abituati ai tradimenti, più o meno deliberati, e alle delusioni, più o meno dolorose, derivanti dagli adattamenti sullo schermo di storie e personaggi di romanzi che da lettori ci avevano affascinato ed emozionato. In verità, non ci si fa mai davvero il callo, anzi si spera sempre (di solito ingenuamente) […]

Revenant – Redivivo

L’inizio è costruito con i giusti ritmi: uno scontro tra i trapper – cacciatori di pellicce – ed i nativi, in cui questi ultimi utilizzano le tecniche di combattimento ereditate dai loro antenati riuscendo a nascondersi agli occhi dei malcapitati che cadono uno dopo l’altro colpiti dalle frecce. L’urlo suona come un “non li vedo” […]

Calvario

Il film inizia con quanto scritto da Sant’Agostino: “Non disperare: uno dei due ladroni fu salvato. Non ti illudere: uno dei due ladroni fu dannato”. Il bel lungometraggio dell’irlandese John Michael McDonagh tiene presente il pensiero di uno dei padri della Chiesa per raccontarci una storia di frontiera, la vita senza eroismi di un uomo […]

Unbroken

Film candidato a tre Oscar, epico e molto virile nello sviluppo, è diretto da Angelina Jolie con grinta e, in modo discontinuo, con bravura. È un biopic su Louis Zamperini, figlio di immigrati italiani negli States che da ragazzo dedito a piccoli furti si trasformò in campione olimpico, partecipando all’agone nel 1936 a Berlino, poi […]