Archivio categoria: Claudio Amendola

Suburra

Da quando non se ne fa più di cinema di genere, lo invocano tutti. Soprattutto le nuove leve della cinefilia, quelle che per mero demerito anagrafico non hanno mai visto un film di Sergio Martino in sala. Colpevolmente trascurata dalla critica cosiddetta ufficiale del tempo, quando i film del genere poliziottesco erano considerati in massa […]

Cha Cha Cha

Regista dalla filmografia non ricchissima ma essenziale nella sua pregnanza (si definisce “pigro” per sua stessa ammissione), Marco Risi ha sempre privilegiato un cinema capace di indagare nelle pieghe più nascoste della società, mettendone a nudo le storture più profonde e denunciandone i mali congeniti senza però mai scivolare nella retorica d’accatto che affligge la […]

caterina va in città

Caterina va in città

Montalto di Castro dista circa un centinaio di chilometri dalla capitale, eppure sembra che la macchina all’interno della quale si trova la famiglia Iacovoni, si perda in un universo contrastato da paradossi e libere interpretazioni. Visioni opposte di (de)generazioni verso un utopico, quanto possibile, discorso dialettico. Tutto questo attraverso l’inconfondibile odore della commedia agrodolce, che […]

Domenica

Al centro di Domenica, ultima opera cinematografica di Wilma Labate, è il bisogno insopprimibile, per esistere, di amare ed essere amati.E’ questa la necessità vitale che anima e sostiene i personaggi del film: l’irriducibile ragazzina di nome Domenica e il misterioso commissario Sciarra. L’urgenza di attenzioni e di affetto non riguarda, però, soltanto i protagonisti principali ma […]