Vizio di Forma di  Paul Thomas Anderson (Warner Bros Italia) è Film della Critica SNCCI. Attraverso una scrittura stratificata che trae origine dalla trasposizione del romanzo di Thomas Pynchon, Paul Thomas Anderson riesce a ricostruire, con intenti tutt’altro che banalmente nostalgici, la dimensione esistenziale di personaggi sedotti dall’epoca di appartenenza , così instabile emotivamente e ricca di percezioni di fuga, dove gli intrecci a tratti inestricabili della trama accompagnano i percorsi di uno stravagante detective destabilizzato da droghe, deliri e solitudine, ponendo ogni immagine in piena libertà narrativa.

La pagina dei Film della Critica