Archivio categoria: Luca Bigazzi

La tenerezza

Con La tenerezza Gianni Amelio firma il suo undicesimo film in trentacinque anni di una carriera d’autore disseminata di titoli che hanno segnato l’immaginario collettivo accompagnando la storia del nostro paese come un breviario per immagini dedicato a illustrarne coi tomi più intensi del melodramma le infinite contraddizioni ma soprattutto le complesse trasformazioni sociali e […]

Youth – La Giovinezza

L’idea della fugacità del tempo, della conturbante potenza e insieme della fragilità della giovinezza non cesserà mai di affascinare, ispirare e ossessionare tanto il pensiero quanto l’espressione artistica in ogni sua declinazione. Sorrentino padroneggia con levità e rigore questa materia plasmata e trattata già infinite volte, facendola propria senza prolissità, lasciando che si adagi placidamente […]

La sedia della felicità

Carlo Mazzacurati ha sempre avuto la nomea di essere autore melanconico, capace di fare sorridere o ridere ma con una punta di tristezza. Per il suo ultimo film aveva invece deciso di realizzare una commedia vera grazie alla quale, come aveva dichiarato, come spettatore avrebbe voluto solo divertirsi. C’è riuscito, donandoci un bel ritratto del […]

La prima neve

Fin dagli esordi documentaristici nel lontano 1998 (non ostante fosse allora giovanissimo) il veneziano Andrea Segre aveva fatto capire di essere un attento osservatore di un certo tipo di realtà marginale ed emarginata – sia quella della diversità inserita in contesti in cui xenofobia e razzismo rendono impossibile il superamento del rifiuto vanificando ogni sforzo […]

L’intrepido. 70a Mostra del Cinema di Venezia

Dobbiamo ammettere che tifavamo  in cuor nostro per L’intrepido di Gianni Amelio, autore che abbiamo molto amato anche nei suoi film più controversi come i recenti La stella che non c’è e Il primo uomo. Non certo per desiderio nazionalistico di vedere tornare in Italia il Leone d’oro (che proprio Amelio conquistò l’ultima volta, 15 […]

La grande bellezza

Come a tutti i film di cui si parla moltissimo anche se poi nessuno ne sa di fatto alcunché perché la macchina produttiva e la grancassa mediatica che ne telecomandando l’avvento disseminano di tracce impalpabili e fuorvianti (qualche immagine di scena sfuggita intenzionalmente alle maglie del silenzio stampa e la prima scena dello script pubblicata […]