Archivio categoria: Arnaldo Catinari

Mia madre

Da sempre fedele a un un’idea di cinema nella quale la componente autobiografica è uno degli elementi portanti dell’ispirazione, anche per questo cupo dramma intimista Nanni Moretti si affida al proprio vissuto «reale» per raccontare l’ennesima storia di una crisi esistenziale che parte dagli angusti confini dell’io tormentato del singolo per diventare grido di allarme […]

Scialla

La commedia agrodolce Scialla parte come descrizione simpatica e leggera di due generazioni, quella dell’ultracinquantenne Prof. Bruno Beltrame (ottimo Fabrizio Bentivoglio, un po’ ironico nella cadenza padovana) e quella del quindicenne Luca (nuova buona proposta, Filippo Scicchitano), che il destino unisce dapprima sul tavolo domestico delle ripetizioni private di latino; psicologie interessanti entrambe, svogliati, l’uno […]

MISSIONE DI PACE – Film chiusura – Fuori Concorso 26a Settimana Internazionale della Critica

Il Capitano Vinciguerra guida un manipolo di soldati in una missione nei Balcani per catturare un criminale di guerra, latitante dalla fine del conflitto nella ex Jugoslavia. Quello che il Capitano non può immaginare è di dover affrontare la sua missione a fianco del suo peggior nemico: suo figlio, un agguerrito pacifista. In questa situazione […]

Baciami ancora

Gabriele Muccino riunisce il cast dell’Ultimo bacio (fatta eccezione per Giovanna Mezzogiorno, sostituita da Vittoria Puccini) e costruisce un vero e proprio seguito di quel fortunato film, raccontando che cosa è successo nelle vite di quei trentenni confusi e nevrotici. Si scopre che in fondo poco è cambiato, che le inquietudini restano, che crescere interiormente […]

placido-il_grande_sogno

Il grande sogno

Tra le quattro pellicole italiane in concorso alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia, Il Grande Sogno di Michele Placido racconta le illusioni perdute di quell’irripetibile stagione di contestazioni che il ’68 rappresentò, a partire dall’esperienza dello stesso Placido che, in quegli anni, arrivava a Roma da soldato semplice della Celere per pagarsi gli studi all’Accademia di […]

montaldo-i_demoni_di_san_pietroburgo

I demoni di San Pietroburgo

Dopo quasi venti anni da Tempo di uccidere (1989), tratto dal libro di Ennio Flaiano, dopo essersi prevalentemente dedicato, negli anni ’90, alla regia di opere liriche, nonché essere stato Presidente di Rai Cinema dal 1999 al 2002, Giuliano Montaldo torna al cinema che ama. Lo fa con un film ambizioso, I demoni di San Pietroburgo, basato […]