Archivio categoria: Alain Marcoen

La ragazza senza nome

Una sera qualsiasi, lo squillo di un campanello cambia per sempre la vita di Jenny Davin, giovane donna che dedica la sua vita alla professione medica. Jenny non apre la porta, ignora il parere del suo giovane aiutante e le sue stesse sensazioni, si affida alla logica: in fondo l’orario di chiusura è passato un […]

Due giorni, una notte

Due giorni, una notte è il poco tempo che ha a disposizione Sandra (Marion Cotillard) per convincere i colleghi a rinunciare ad un bonus di mille euro e permetterle, così, di conservare il posto di lavoro. Il film di Jean-Pierre e Luc Dardenne, presentato in concorso al Festival di Cannes 2014, parte da questa semplice […]

Il ragazzo con la bicicletta

Nel 2008, con Il matrimonio di Lorna, Jean-Pierre e Luc Dardenne  avevano suscitato qualche perplessità nella folta schiera dei loro sostenitori (che annovera anche chi scrive).  Si trattava, come sempre nel loro cinema,  di un racconto  la cui intensità emotiva non appannava, tutt’altro, lo sguardo lucido sulle derive  della società contemporanea (che i due fratelli […]

il figlio

Il figlio (Le fils)

Silenziosi, essenziali e meticolosi come sempre, i due fratelli belgi rinnovano il miracolo del loro cinema lontanissimo dai moduli di rappresentazione istituzionale e vicino all’emozione vera che la vita può, e deve, riservare. Ancora all’inseguimento di un personaggio, come accadeva in Rosetta, con la macchina rigorosamente in spalla e pronta a cogliere qualsiasi cambio di direzione […]