Archivio categoria: Film

gosfordpark

Gosford Park

Nuovo esempio della dispersione altmaniana, Gosford Park è un giallo che non risolve il mistero, lo dissolve. Disseminata di indizi fallaci, di dettagli depistanti (dall’insistere cadenzato sul dettaglio di una boccetta di veleno alle molteplici possibili tracce d’indagine), la narrazione procede per accumulo, sovvertendo le regole del giallo, dove la detection dovrebbe procedere per sottrazione scartando […]

pornographe

Le pornographe

Jacques, il protagonista di Le pornographe di Bertrand Bonello, è un regista 50enne in crisi profonda, non perché è costretto a dirigere film porno ma perché non si trova più a suo agio nell’ ambiente in cui vive. Il figlio è andato via di casa quando ha scoperto la professione del padre, la moglie si mostra troppo […]

Chimera

Chimera di Pappi Corsicato è un’opera “altra” rispetto al panorama cinematografico contemporaneo, italiano e non. Il film del regista napoletano provoca, infatti, nello spettatore una sorta di straniamento: ogni sequenza ha un significato simbolico rispetto allo stato d’animo dei protagonisti ma gli avvenimenti, i fatti sono del tutto ininfluenti. Corsicato si diverte a giocare con […]

quello che cerchi

Quello che cerchi

Opera prima del torinese Marco Simon Puccion, Quello che cerchi è stato spacciato erroneamente, secondo una calcolata quanto cinica strategia pubblicitaria, per un film no-global, quando invece è una delle tante opere giovanilistiche che all’analisi sociologica, spesso superficiale, mescola il racconto esistenziale con finale drammatico. Ma del resto il regista possiede certo più talento visivo […]

Killing me softly

Che cosa possiamo attenderci da un regista cinese che gira un film a Londra con denaro americano, cosa che abbiamo già visto fare anche al neozelandese Lee Tamahori e a molti altri? Forse semplicemente l’assimilazione dei codici hollywoodiani più convenzionali. Ma a Tamahori, tutto sommato, era andata meglio. Kaige da parte sua invece sceglie una storia sbagliata, […]

Kadosh

Tra i registi attualmente in attività, Amos Gitai è certamente uno dei più discussi e scomodi dell’intero panorama internazionale. Cineasta politico (a suo modo), lucido e rigoroso, l’autore di Berlin Jerusalem genera sempre ad ogni suo nuovo film discussioni, polemiche, divisioni non tanto tra gli addetti ai lavori quanto piuttosto nella società civile, in particolar […]