CINECRITICA n. 82-83 – Aprile/Settembre 2016

EDITORIALE

Sul presente e l’avvenire dei Festival

di Franco Montini

PRIMO PIANO: LUCA BIGAZZI

Luca Bigazzi: il cinema è  una scoperta che continua (intervista)

Leggerezza e dinamismo: la fotografia di Luca Bigazzi

di Maurizio G. De Bonis

Luca Bigazzi, o della luce “democratica”

di Giona A. Nazzaro

Luca Bigazzi e il “Mondo Nuovo”

di Claver Salizzato

L’uomo con la macchina da presa

di Piero Spila

A proposito di Luca

(G. Amelio, M. Martone, G. Piccioni, A. Segre, S. Soldini, P. Sorrentino, F. Comencini, V. Golino)

CINEMA DEGLI ALTRI

La nuova onda del cinema georgiano

di Nicola Falcinella

FORUM

Paradigmi d’autore made in Usa: il sostenibile caso di Jon Favreau

di Anton Giulio Mancino

Strano amore, strana Melancholia. Collisioni d’autore sulle catastrofi

di Roberto Lasagna

La trascendenza post-cristiana nel cinema occidentale

di Simona Almerini

AUTORI

Philippe Garrel: il poeta indipendente del cinema francese

di Giovanni Ottone

INCONTRI

Benoît Jacquot: cinema “une fois pour toutes”

di Luisa Ceretto

CRITICA & CRITICI

Surrealismo e sogno, memoria e racconto nel cinema di Federico Fellini

di Paolo Landi

Letture critiche

a cura di Aldo Viganò

I Film della critica

I Film dei critici

Vito Attolini: Primo amore (Lonesome, 1928) di Pal Fejos

Paolo Mereghetti: Gli amici di Georgia (Four Friends, 1981) di Arthur Penn                  127