Tutti gli articoli di: Anna Parodi

La signora dello zoo di Varsavia

La signora dello zoo di Varsavia è un film tributo, tutto costruito attorno alla bellezza dolcemente antica e alla sensibilità d’attrice di Jessica Chastain, che ha anche il ruolo di produttore esecutivo (e persino di pianista, in alcune scene). Il ruolo forte, tenero e seducente di Antonina Zabinska, donna che sussurra agli animali e comprende […]

La ragazza nella nebbia

È un film ambizioso La ragazza nella nebbia, già a partire dalla volontà quasi demiurgica di Donato Carrisi, autore del romanzo omonimo uscito nel 2015, ora unico sceneggiatore e regista. Per il suo esordio alla macchina da presa Carrisi ha voluto il controllo totale sulla storia da lui ideata, ha ottenuto un cast di richiamo […]

Blade Runner 2049

Si può rimanere conquistati da Blade Runner 2049? La risposta è sì, senza dubbio. Certo, non capiterà a tutti. Molti non perdoneranno mai a Denis Villeneuve di aver osato tanto: esplorare ancora l’universo narrativo e visivo di Blade Runner, dare un seguito alla storia rimasta in sospeso del cacciatore di androidi Rick Deckard e della […]

Sieranevada

Ci sono quantità di oggetti accumulati dappertutto, nell’appartamento che fa da ambientazione principale di Sieranevada di Cristi Puiu, presentato in concorso al Festival di Cannes nel 2016. Libri e frullatori, scatole e disegni di bambini, scatoloni e brutti quadri, tutto lo spazio disponibile è occupato da cose accatastate in una vita e che molto di […]

Alien: Covenant

Qualche aspetto positivo, in Alien Covenant, naturalmente c’è. L’apparato visivo è sontuoso, gli effetti speciali sono da applauso, la fotografia di Dariusz Wolski è magnifica. Alcuni momenti che raccontano i rapporti di amore o amicizia fra i membri dell’equipaggio dell’astronave sono credibili ed emozionanti. Le interpretazioni sono convincenti, in primis quella di Michael Fassbender in […]

La meccanica delle ombre

Duval è, semplicemente, Duval. Un uomo insignificante fin dal cognome (un nome proprio non ce l’ha, o meglio, non è importante). Un impiegato puntiglioso e abitudinario, un tipo qualsiasi a cui nessuno fa caso. Ma dentro di sé Duval coltiva accuratamente i suoi demoni interiori, cova rabbia e frustrazioni capaci di esplodere, come si vede […]